Invecchiamento dei gatti: ecco alcuni segnali

Ebbene sì anche gli animali invecchiano e pure più velocemente degli esseri umani.

Molto spesso non ci si rende conto che anche se un gatto ha solo 5/6 anni è già a tutti gli effetti nella fase avanzata della sua vita.

Ma come capirlo? Alcuni segnali sull’invecchiamento dei gatti sono molto semplici da riconoscere.

Il primo fra tutti è costituito dalla comparsa dei peli bianchi o brizzolati. Inizialmente presenti solo sul muso‚ sul dorso o sulle zampe‚ in una fase successiva cominciano ad estendersi sulla quasi totalità del corpo del nostro micio. Un altro segnale è l’aumento della pigrizia e dei dolori articolari: è in questa fase‚ infatti‚ che i gatti cominciano a muoversi di meno e a dormire di più durante la giornata. Tranquilli‚ continuano comunque a giocare con il loro padrone e a tenergli compagnia ma con minor intensità!

Un altro fattore da non sottovalutare è l’indebolimento dei denti. Durante la loro vecchiaia‚ i gatti possono addirittura arrivare a perderli con conseguenti difficoltà nella masticazione‚ soprattutto nel momento della caccia. In questi casi la cosa più giusta da fare è quella di controllare spesso la bocca del vostro cucciolo per verificare se siano in atto infiammazioni gengivali o se stia cominciando a formarsi del tartaro.

Inoltre‚ in età avanzata i gatti possono soffrire di insufficienza renale e urinare fuori dalla lettiera‚ anche se sono sempre stati cuccioli diligenti e attenti. In questo caso è consigliabile effettuare le analisi delle urine per assicurarsi che ci sia o meno un problema ai reni.

Questi sono solo alcuni dei sintomi di cui soffrono i gatti in età avanzata‚ per cui di fronte a qualsiasi sintomo o cambio repentino nel comportamento del vostro amico a quattro zampe è importante consultare subito un veterinario.

Noi saremo a vostra completa disposizione!