Come scegliere il nome perfetto per il proprio gatto

Hai appena deciso di adottare un micetto o una micetta o te l’hanno regalato/a e sei ancora indeciso sul nome da dargli o darle? Niente panico! Nonostante la scelta del nome del proprio gatto o della propria gatta sia un momento decisamente importante dopo il suo arrivo in casa‚ prenditi un momento per leggere il nostro articolo dedicato alla scelta del nome perfetto perché siamo sicuri che potremmo aiutarti.

Decidere che nome dare al proprio gatto non vuol dire semplicemente scegliere tra un nome proprio e un altro ma significa essere pronti a sentire quella parola molto spesso in casa‚ sia nei momenti di gioco e di relax ma anche durante qualche rimprovero. Coloro che scelgono di dare al proprio gatto un nome ironico dichiarano‚ implicitamente‚ la volontà di instaurare con il pet un rapporto di complicità e di scherzo‚ mentre‚ i nomi più affettuosi sono un chiaro manifesto di voglia di amore e coccole. Infine‚ quelli che decidono di chiamare il proprio gatto con un nome proprio destinato‚ solitamente‚ ad un umano‚ vogliono in qualche modo far sentire il cucciolo parte della famiglia in maniera totalizzante.

Potrai scegliere se affidarti al tuo gusto personale o se farti guidare dall’istinto stesso del felino che è appena arrivato in casa. Qualora‚ invece‚ avessi già in mente dei nomi preferiti‚ allora‚ ti basterà guardare il cucciolo negli occhi e capirai subito se avrai fatto la scelta giusta o meno. In ogni caso‚ però‚ ti consigliamo di evitare nomi troppo lunghi.

I nomi troppo lunghi‚ infatti‚ determinano principalmente due problemi: il primo disagio è legato al fatto che i felini potrebbero non ascoltare la parola per intero vanificando‚ così‚ il tuo richiamo. La seconda problematica è che‚ molto probabilmente‚ saresti tu stesso ad avere la tendenza ad abbreviarlo. Le abbreviazioni del nome sono un problema per il gatto che‚ facilmente‚ potrebbe andare in confusione. In questo modo il micio non risponderebbe al tuo richiamo e non perché non è stato abbastanza educato ma semplicemente perché non si sente “interpellato”.

La soluzione? Prediligi nomi brevi‚ di due/tre sillabe al massimo. E ricorda: se al tuo micio il nome che hai dato non piacerà non si girerà. D’altronde è noto a tutti il temperamento dei felini!