Olfatto del cane: una risorsa inestimabile

L’olfatto del cane è uno dei più sviluppati del regno animale‚ questo lo sanno pressoché tutti. È principalmente tramite questo senso che i nostri amici a quattro zampe interagiscono con il mondo. L’uomo ha imparato molto tempo addietro come sfruttare questa abilità del suo fedele amico peloso.

Olfatto del cane ed essere umano collaborano da millenni. Secondo diverse riviste scientifiche‚ uomo e cane sono amici da circa 40 mila anni.

È stato dimostrato che il naso dei cani contiene circa 300 milioni di recettori olfattivi‚ dei veri e propri neuroni che comunicano direttamente con il sistema nervoso centrale. Pensate che nell’essere umano questi recettori sono “solo” 6 milioni. Una differenza tanto marcata che possiamo solo immaginare quanto poter sfruttare questa abilità possa fare la differenza in tantissimi ambiti della nostra vita e del nostro lavoro.

Esistono tantissime razze di cani differenti‚ e ognuna è dotata di alcune caratteristiche che la rendono più o meno idonea allo svolgimento di determinati “compiti”. È una semplificazione errata quella secondo cui i pastori tedeschi‚ ad esempio‚ hanno il fiuto migliore e quindi sono i più adatti come cani anti-droga. In realtà‚ a fare la differenza sono tutte quelle abilità che ruotano attorno all’olfatto. Ad esempio la capacità di concentrazione‚ o di eseguire prontamente gli ordini.

Vediamo ora quali sono i campi in cui olfatto del cane e uomo trovano il massimo giovamento nella collaborazione reciproca.

Olfatto‚ droga ed esplosivi.

Il “cane da rilevamento sostanze" è probabilmente il più conosciuto. Lo abbiamo visto in azione negli aeroporti‚ talvolta nelle stazioni e‚ perché no‚ anche in tante serie TV. Questo poliziotto in pelliccia sfrutta il suo olfatto prodigioso per riconoscere un odore specifico. Esistono i cani antidroga‚ quelli da esplosivo‚ e infine quelli che sono in grado di rintracciare qualsiasi fuga di sostanze‚ ad esempio quella di gas. La tecnica con cui vengono addestrati sfrutta gli istinti naturali di questi animali‚ tra questi c’è la propensione al gioco. È per questo che il cane si dedica al lavoro di ricerca con grande interesse‚ perché non considera l’attività come una forzatura‚ bensì come un gioco.

Olfatto del cane e soccorso.

I cani da soccorso‚ oltre a un olfatto sviluppato‚ devono possedere anche un carattere e delle attitudini molto specifiche. Tra gli elementi che caratterizzano queste razze ci sono sicuramente il coraggio‚ una grande versatilità e la capacità di imparare comandi complessi.     
La collaborazione tra uomo e animale‚ nei casi di soccorso in situazioni di emergenza come ad esempio i terremoti‚ è fondamentale. Perché permette ai soccorritori di arrivare dove altrimenti non avrebbero potuto.    
Tra le migliori razze per il soccorso ci sono il Pastore Tedesco‚ il Pastore Belga‚ il Golden Retriever e il Labrador Retriever.

Il conduttore ha una grande responsabilità nei confronti del cane con cui lavorerà in stretto contatto. L’olfatto del cane ha bisogno di essere indirizzato verso specifici compiti attraverso un intenso addestramento. Un addestramento che i due svolgeranno insieme. Un buon conduttore‚ infatti‚ prende parte al processo di addestramento fin dai primi momenti. Superata questa fase‚ i due raggiungono un grado di fiducia e affetto davvero invidiabile.

Olfatto del cane‚ abilità umane e una buona dose di amore e rispetto reciproco sono alla base di uno dei rapporti collaborativi più belli e proficui in assoluto.

Hai già letto il nostro articolo su Le fasi della vita di un cane?

Hai mai lavorato a stretto contatto con un amico a quattro zampe?            
Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per restare sempre aggiornato.